Salvataggi, Ricuperi e Rimorchi

Dal 1952 al 1970

 

In quegli anni vanno ricordate in particolare le operazioni di soccorso rese alla m/n “KAREN LINDINGER”, incagliata sulle secche nei pressi di Brindisi con 600 tonnellate di esplosivo e 15.000 detonatori a bordo; alla m/c “M/C LYKAION”, incagliata nei pressi di Otranto, ed allibata tramite un'altra petroliera in condizioni di mare molto agitato,; alla “M/N HELEANNA” (agosto 1971)in fiamme al largo di Torre Canne; alla “M/C SAN NICOLA”(novembre 1972) esplosa nelle vicinanze del porto di Brindisi. Per tali operazioni gli Armatori e gli equipaggi dei Rim/ri vennero insigniti dal MINISTERO DELLA MARINA MERCANTILE di N° 6 prestigiosi premi “AVANTI TUTTA”E TRE MEDAGLIE D’ORO DEL COMUNE DI MILANO. 

 

 

29/04/1990

 

Soccorso alla “M/G VAL ROSANDRA” esplosa mentre scaricava gas propilene al terminale Enichem. Con la nave ormai invasa dalle fiamme un Rim/re prese i cavi di ormeggio di prua della nave e ,tirando, riuscì a strappare gli altri cavi di ormeggio ed i tubi di discarica collegati al terminale, e rimorchiare la nave fuori dal porto, mentre gli altri Rim/ri cercavano di domare le fiamme con il loro equipaggiamento antincendio. In queste condizioni i Rim/ri rimasero 12 miglia al largo di Brindisi per 26 giorni in servizio 24 ore su 24.

 

 

Dal 1994 al 1995

 

Il salvataggio della m/n  RO RO ”TABA“, con 26 gradi di sbandamento sulla dritta per lo spostamento del carico; il rimorchio della petroliera “LIDO II” (101.000 DWT) effettuato ad una velocità di 6.8 nodi ,benché la nave fosse completamente carica di benzina e gasolio e con pescaggio di 41 piedi  e sala–macchine allagata... L’operazione, iniziata sotto le coste del Montenegro e conclusa nel porto di Brindisi, fu particolarmente delicata in quanto compiuta nell’ambito dell’embargo navale che le forze della U.E.O. effettuavano durante il conflitto esploso tra gli stati membri della ex-Jugoslavia;

 

 

04/04/1997

 

’Impresa si è ulteriormente distinta sia per le numerose e proficue operazioni umanitarie a favore dei profughi albanesi

 

 

Nel 1997

 

I Barretta eseguirono il disincaglio dell’incrociatore della Marina Militare Italiana "VITTORIO VENETO" nella baia di Valona in piena zona a rischio di guerra.

Particolarmente difficoltosa fu altresì l’operazione di salvataggio delle motonavi “GOLDENSTAR” e “BREZA” entrate in collisione tra loro a sud del porto di Brindisi e disincastrate grazie all’intervento dei Barretta.

 

 

Nel 2004

 

la Impresa Barretta ha collaborato con la olandese SMIT Salvage una delle più importanti compagnie del mondo, nella operazione di salvataggio della m/n “Irinikos” incagliatasi con un rilevante carico di carbone all’imboccatura del porto di Brindisi.

 

Nel 2014

 

Il 28 dicembre 2014, la motonave "NORMAN ATLANTIC" durante un viaggio tra Igoumenitsa e Ancona  sviluppa un gravissimo incendio a bordo, rimane priva di propulsione e di governo nonchè in balia di una forte burrasca con a bordo circa 500 passeggeri e 55 membri dell'equipaggio nel canale d'Otranto.  

Il pronto intervento della Impresa Fratelli Barretta ha consentito il salvataggio dei passeggeri, dell’equipaggio e della nave ed ha evitato il disastro ambientale.

 

Under sorvegliance of:

Since 1945

Brindisi - Via Thaon de Revel 33     I     Tel: +39 0831525165     I     Fax: +39 0831521833

P.I. e C.F:  00060540747    I    Capitale Sociale €  994.000,00 i.v.    I   R.E.A. n° 18338